LOADING

Type to search

IAMS

STORIA

La IAMS (International Association for Media in Science) nasce formalmente a Saragozza (Spagna) nell’Aprile del 1992 durante il 42° Congresso e Festival dell’ISFA/AICS.

L’ISFA/AICS (International Scientific Film Association / Association Internazionale de Cinéma Scientifique) a sua volta, era stata fondata a Parigi nell’Ottobre del 1947 degli sforzi congiunti dell’ICS (Institut de Cinématographie Scientifique) creato a Parigi da Jean Painlevé nel 1930  e dalla SFA (Scientific Film Association) fondata a Londra nel 1943 dai Cine Club Scientifici e dai Sindacati dei Lavoratori Scientifici.

Grazie all’impegno non solo di Painlevè, ma di altri padri nobili” del cinema scientifico quali l’olandese Joris Ivens, l’inglese John Maddison, lo spagnolo Francisco Giner Abati, l’italiano Virgilio Tosi, il tedesco Hans-Karl Galle e il polacco Jan Korngold, la ISFA/AICS riuscì con difficoltà a non lasciarsi coinvolgere dalla guerra fredda ed a mantenere un ponte sopra la cortina di ferro.

Tra le finalità dell’Associazione “…promuovere in tutto il mondo l’uso di film scientifici e materiale correlato al fine di ottenere la più ampia comprensione dei metodi di ricerca scientifica, in particolare quelli finalizzati al progresso sociale; promuovere lo scambio internazionale di informazioni sulla produzione e l’uso dei film e sulle relative attrezzature tecniche; incoraggiare il coordinamento internazionale della produzione di film scientifici e l’adozione di sistemi omogenei di documentazione e di valutazione.”

L’Associazione nasce statutariamente bilingue: ISFA (International Science Film Association) in inglese e AICS (Association Internationale du Cinema Scientifique) in francese.

L’ISFA/AICS fu organizzata come una “Federazione Internazionale di Associazioni Nazionali”, che potevano essere o istituzioni statali come l’IWF (Institut  für den Wissenschaftlichen Film)  di Göttingen in Germania, o Associazioni volontarie come l’ICS (Institut du Cinema Scientifique) in Francia, o “Associazioni di Cinema Scientifico” delle diverse nazioni come l’Olanda, il Regno Unito, la Spagna o l’Italia, o ancora “Istituti di Cinema Scientifico” nell’ambito delle diverse Accademie delle Scienze dei Paesi Socialisti (Unione Sovietica, Cecoslovacchia, Germania Est, Ungheria, Polonia).

Dalle iniziali 12 nazioni, il numero degli associati raggiunse un massimo di 30 nel 1962 con l’adesione anche della Repubblica Popolare Cinese.

DALL’ISFA/AICS ALLA IAMS

Negli ultimi dieci anni dell’ISFA/AICS quattro questioni divisero aspramente gli associati:

  • come affrontare il fatto che, mentre diminuivano il numero e il peso degli scienziati che usavano il cinema come strumento di ricerca, aumentava il numero di produttori specializzati nella realizzazione di filmati scientifici per la divulgazione.

– come affrontare il ruolo crescente dei produttori di media, come i centri audiovisivi delle università, dei centri di ricerca e gli ospedali universitari con un focus principale sugli strumenti per la didattica.

–  come orientare le prospettive future dell’Associazione se favorire i film di ricerca oppure concentrarsi sui film didattici e divulgativi 

  • come comportarsi con le emergenti tecnologie video magnetiche e i nuovi media interattivi

Non si arrivò a una soluzione e durante il 42° e ultimo Congresso dell’ISFA/AICS tenutosi a Saragozza dal 20 al 24 aprile 1992,  si raggiunsero finalmente i numeri statutariamente  necessari per chiudere l’ISFA/AICS e per fondare una nuova Associazione.

La lista dei Soci Fondatori  comprendeva 14 Organizzazioni e 23 Soci Individuali. 

Nasce così la IAMS – International Association for media in Science, con sede legale a Parigi- Meudon, presso l’ICS (1).

Il primo Presidente fu Jan T. Goldschmeding, con Werner Grosse (Segretario Generale), Murray Weston (Tesoriere), Francisco G. Abati, Johan van Heddegem e Edoardo Ventimiglia (Membri)

L’ufficio della IAMS fu ospitato a Utrecht (Istituto per i Media Educativi dell’Università) poi si spostò a Londra presso il BUFVC (2), poi a Roma presso l’ENEA (3), poi a Parigi presso il CERIMES (4) di Vanves e oggi  è a Madrid preso L’ASECIC (5)

Attualmente la IAMS, coopera con numerosi Festival di Cinema Scientifico in tutto il mondo assegnando anche un proprio trofeo (IAMS Award) e seguendo l’evoluzione dei media e dei linguaggi filmici partecipando a dibattiti, convegni e pubblicazioni.

Questo in collaborazione con alcune Associazioni Nazionali e con la WAHMF (World Association of Health and Medical Films)

LA IAMS E LE NUOVE TECNOLOGIE

In questi anni si è quindi assistito e partecipato alla radicale mutazione nell’impiego dei media nella ricerca scientifica, nella didattica e nella divulgazione.

I profondi cambiamenti portati dalle tecnologie digitali e il ruolo di internet hanno reso per chiunque il linguaggio delle immagini in movimento un mezzo di comunicazione molto diffuso e di immediata realizzazione con strumenti di uso comune quali i computer e gli smartphone.

Anche il mercato dei filmati scientifici e dei documentari per la didattica e per la divulgazione televisiva è profondamente cambiato, e i media digitali in rete hanno avuto un notevole impatto sulla loro  diffusione, recupero e impiego

Questo grande sviluppo di nuovi ambienti di lavoro con i media digitali ha portato a una profonda trasformazione nella tradizionale organizzazione del lavoro e nelle relative Associazioni dei media per la scienza.

Molte Associazioni nazionali si sono sciolte, altre hanno trovato nuove strade in settori diversi o complementari così come i Centri di Produzione Audiovisiva delle Università e dei Centri di Ricerca.

Questa diaspora, anche se con modalità diverse, è successa in tutti gli ambienti e in tutti i Paesi ed  ha portato a una dispersione del corpo originario della IAMS. 

Oggi la IAMS oltre che da qualche Associazione Nazionale,  è costituita essenzialmente da una rete di conoscenze, di persone e di professionalità legate dal comune interesse per lo studio e l’impiego di tutti i media, analogici e digitali, nei settori della Ricerca Scientifica, della Didattica e della Divulgazione.

  1. – ICS – Institut de Cinématographie Scientifique
  2. – BUFVC – British Universities Film & Video Council
  3. – ENEA – Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico

 sostenibile

  1. – CERIMES –  Centre de ressources et d’information sur les multimédias pour l’enseignement supérieur 
  2. Asociación Española de Cine e Imagen Científicos

NB. A causa del COVID 19 le attività dell’Associazione sono sospese per l’anno 2020

Nel corso dell’anno 2021 è prevista una Conferenza/Congresso di organizzazione a Madrid.

Previous Article
Next Article

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *